Close
logo fenix logo fenix

7 Marzo 2017

Raccomandazioni Eular per il trattamento dell’artrosi al ginocchio

RACCOMANDAZIONI EULAR PER IL TRATTAMENTO DELL’ARTROSI AL GINOCCHIO

Prima di affrontare nel vivo l’argomento del trattamento dell’artrosi al ginocchio, vediamo brevemente cos’è l’Eular e di cosa si occupa.

L’EULAR (European League Against Rheumatism)

L’EULAR (European League Against Rheumatism) è l’organizzazione che riunisce tutte le società europee di reumatologia ed è finalizzata alla ricerca, alla prevenzione, alla terapia ed alla riabilitazione delle patologie reumatiche.

Raccomandazioni EULAR per l’osteorartosi al ginocchio:

  • ll trattamento ottimale dell’OA del ginocchio richiede una combinazione di trattamenti farmacologici e non farmacologici.
    • Il trattamento dell’OA del ginocchio deve essere personalizzato tenendo presente:
    • I fattori di rischio del ginocchio (obesità, fattori meccanici dannosi, attività fisica)
    • I fattori di rischio generali (età, comorbidità, polifarmacoterapia)
    • I livelli di intensità del dolore e della disabilità
    • I segni di infiammazione – ad esempio, versamento
    • La localizzazione ed il grado del danno strutturale.
  • Il trattamento non farmacologico dell’OA del ginocchio deve includere programmi educazionali, esercizio fisico, uso di strumenti accessori (bastoni, solette, tutori del ginocchio) e riduzione del peso quando necessaria.
  • Il paracetamolo è il farmaco da considerare come prima scelta per il trattamento del dolore nell’OA. Se efficace, può essere continuato nel tempo a dosi ≤ 3 gr/die. A queste dosi, il paracetamolo può anche essere adoperato in aggiunta ad altri farmaci per l’OA con un buon profilo di sicurezza.
  • I FANS vanno presi in considerazione nei pazienti che non rispondono al paracetamolo. Nei pazienti con rischio gastrointestinale, dovranno essere utilizzati i coxib oppure i FANS non selettivi associati a gastroprotettori di provata utilità.
  • Gli analgesici oppioidi, con o senza paracetamolo, rappresentano utili alternative e possono essere considerati farmaci di supporto nei pazienti in cui i FANS o i coxib siano controindicati, inefficaci e/o scarsamente tollerati.
  • I farmaci sintomatici ad azione lenta (SYSADOA) (glucosamina solfato, condroitin solfato, estratti di soia ed avocado, diacereina, acido ialuronico) hanno effetti sintomatici e possono avere effetti favorevoli sulla struttura cartilaginea.
  • L’iniezione intra-articolare di cortisonici a lunga durata d’azione è indicata per le crisi di dolore articolare, soprattutto se associate a versamento.
  • La sostituzione dell’articolazione deve essere presa in considerazione nei pazienti con evidenza radiografica di OA del ginocchio che presentano dolore persistente e disabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *