Close
logo fenix logo fenix

7 Marzo 2017

Diagnosi dell’artrosi

Metodiche per diagnosticare l'artrosi

Vediamo di seguito quali sono gli esami che consentono di avere una diagnosi dell’artrosi chiara e certa.

RADIOGRAFIA

La radiografia è solitamente l’esame sufficiente a confermare il sospetto di artrosi. Con la radiografia si rilevano le tipiche alterazioni artrosiche e si può avere un’idea del grado di severità dell’artrosi.

Altre metodiche

RISONANZA MAGNETICA

può mostrare le fasi precoci del processo artrosico in cui vi è solo  un iniziale danno cartilagineo o può evidenziare problematiche associate quali un danno meniscale (ginocchio), danni legamentosi o quadri infiammatori a carico dell’osso.

ECOGRAFIA

il suo vantaggio è che è una metodica a basso costo e priva di radiazioni che può permettere la distinzione tra processo artrosico e artritico anche in fasi iniziali e può rilevare la presenza di versamenti articolari (cosa che la radiografia solitamente non permette).

È importante ricordare che nella gestione dell’artrosi risonanza magnetica ed ecografia sono metodiche secondarie e che spesso non aggiungono informazioni importanti a quelle ottenute con la normale radiografia.

È il medico che sulla base del quadro clinico deve decidere se l’esecuzione di un particolare esame fornisce informazioni importanti per la gestione terapeutica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *